sabato 5 luglio 2008

Un tranquillo posto di campagna (1968) - 2ª Parte

Dicevamo che in questo film le citazioni con l'arte contemporanea sono numerose, anche con la Land art, l'arte sul territorio. Una corrente artistica che si sviluppa a metà degli anni '60. Si caratterizza generalmente con vistose istallazioni sul paesaggio, attraverso l'uso di materiali naturali-poveri. In questa immagine l'artista dipinge gli alberi della sua villa.

Un tranquillo posto di campagna


Non mancano i riferimenti con l’arte astratta. In queste immagini Franco Nero entra dentro a una sua opera, il richiamo ai concetti spaziali di Lucio Fontana è evidente.

Un tranquillo posto di campagna



Lucio Fontana, Concetto spaziale, New York 10 (1962)

Leonardo Ferri, il protagonista del film, fa largo uso della pittura a spruzzo per lasciare le proprie impronte sulla tela. Questa tecnica utilizzata da diversi artisti, ricorda molto da vicino gli happenings di Yves Kleyn, che lasciava sulla tela le impronte dei corpi nudi di alcune modelle.

Un tranquillo posto di campagna




Yves Klein, People begin to fly (1961)


Troviamo citazioni attraverso l’uso di altre citazioni. Petri mette in scena la decadenza di una duchessa veneziana, servendosi di un famoso dipinto di David...

Un tranquillo posto di campagna



Jacques-Louis David, Ritratto di Madame Récamier (1800)


...Magritte progetta una scultura in bronzo, con connotazioni surreali, chiaramente ispirata al dipinto di David. Petri costruisce una scena sulla stessa identica composizione di Magritte.

Un tranquillo posto di campagna


René Magritte, Madame Rècamier (1967)


1 commento:

Marco Z ha detto...

Il tuo blog diventa di volta in volta sempre più interessante...e io DEVO trovare il tempo di vedermi il film di Petri